HomeApprofondimentiMetastasi latero cervicali N3: trattamento

Metastasi latero cervicali N3: trattamento

Metastasi latero cervicali N3: trattamento e risultati di sopravvivenza. Il trattamento dei linfonodi metastatici N3 (N3a= metastasi in qualsiasi LN di dimensione massima >6 cm senza diffusione extracapsulare – N3b metastasi in qualsiasi LN con diffusione extracapsulare TNM 8° ed.) nei tumori cervico-facciali rimane controverso.

Virk e coll. hanno effettuato una revisione della Letteratura per valutare i risultati della sopravvivenza di questi pazienti, in particolare nei casi HPV positivi.

Sono stati presi in considerazione lavori pubblicati fra 01/2008 e 12/2017 in cui erano riportati casi N3 trattati con ChemioRadioTerapia (CRT) o Chirurgia seguiti da Radioterapia (RT)+/-CRT adiuvante.

metastasi latero cervicali N3
Neoplasia ipofaringea con metastasi latero cervicale N3b (Foto MG Vigili)

Il numero di studi che rispondeva ai requisiti richiesti era di 8 per un totale di 5304 soggetti.

I pazienti trattati con CRT primaria raggiungevano un controllo locale (LC) compreso fra 77 e 94% a 2-3 anni, che era superiore al 90% se avevano avuto una risposta completa (CR).

La sopravvivenza globale (OS) era migliore nei pazienti HPV positivi (range 55.2% – 81%).

La chirurgia primaria confermava una sopravvivenza migliore negli HPV+ versus HPV- , soprattutto nei casi di carcinoma orofaringeo.

La sopravvivenza a 5 anni libera da malattia (DFS) variava dal 30% all’87%, e la sopravvivenza globale oscillava dal 26.6% all’84%.

La conclusione degli Autori è che la Letteratura corrente non supporta una de-escalation di trattamento nei pazienti N3 HPV -.

Una attenta osservazione nei pazienti   HPV+ che raggiungono CR post CRT è ragionevole, mentre la pianificazione dello svuotamento latero cervicale rimane lo standard di cura nei casi senza CR.

BIBLIOGRAFIA
Jagdeep S. Virk, Manasi Ingle, Christine M. PodestaDorothy M. Gujral, Zaid Awad . Survival outcomes for head and neck cancer patients with N3 cervical nodal metastases- Clinical Otolaryngology, 2020, 45, 3:342-349 https://doi.org/10.1111/coa.13501

metastasi latero cervicali N3 prof

Concordo con l’opportunità di trattare sempre i pazienti affetti da metastasi N3. La scelta del trattamento dipende anche dal T primitivo (sede- estensione). Se la chirurgia è la prima scelta dopo sempre RadioChemioterapia adiuvante, i risultati sono spesso migliori di quanto ci si possa aspettare inizialmente.

 

 

Per ulteriori approfondimenti si possono consultare anche i seguenti articoli:

Sopravvivere ai tumori Cervico Facciali sviluppa a distanza problemi cognitivi

Chirurgia e radioterapia nei tumori cervico-facciali

Tumori dell’orofaringe HPV correlati: review

Linee guida oncologiche cervico-facciali Covid-19

Immunoterapia e Carcinomi della Testa e del Collo

Linfonodi nei carcinomi della Testa e del Collo

Chirurgia e radioterapia nei tumori cervico-facciali

Carcinoma dell’Orofaringe Hpv correlato

Carcinomi squamocellulari di testa e collo

HPV Positività: prognosi migliore nei tumori orofaringe, ipofaringe, cavo orale e laringe

Carcinoma Squamoso dell’Orofaringe

Carcinoma dell’Orofaringe: proposta di nuova classificazione

La Sinusite Cronica aumenta il rischio di Tumori del distretto cervico-facciale?

Management perioperatorio dei pazienti con tumore cervico facciale

Articoli Correlati

Prof. Maurizio G. Vigili

OTORINOLARINGOIATRIA

Clicca qui per visitare il mio profilo

Prenotazione Rapida

Hai la necessita di prenotare velocemente una visita con il prof. Maurizio Giovanni Vigili

Articoli Correlati