HomeBlogPatologia cocleo vestibolare associata in aumento nel periodo pandemico

Patologia cocleo vestibolare associata in aumento nel periodo pandemico

Patologia cocleo vestibolare associata in aumento nel periodo pandemico. Studio retrospettivo italiano. Una analisi retrospettiva sul numero di pazienti affetti da disturbi uditivi e vestibolari acuti afferiti ad un centro ospedaliero Audiologico del Nord Italia (Padova e Treviso) nel periodo della pandemia (1 marzo 2020 – 28 febbraio 2021), non ha evidenziato sostanziali differenze rispetto allo stesso periodo del 2019 (incidenza annuale 1.52% vs 1.31% del periodo pre pandemico p>0.05).

Significativamente maggiore nel periodo pandemico è risultata viceversa la combinazione di ipoacusia neurosensoriale improvvisa con coinvolgimento vestibolare  (p = 0.022).

 

BIBLIOGRAFIA
Daniela ParrinoAndrea Frosolini , Daniele ToninatoAlessandro MatarazzoGino MarioniCosimo de Filippis.Sudden hearing loss and vestibular disorders during and before COVID-19 pandemic: An audiology tertiary referral centre experience. Am J Otolaryngol. 2021 Sep 16;43(1):103241. doi: 10.1016/j.amjoto.2021.103241.

 

Patologia-cocleo-vestibolare associata in aumento nel periodo pandemico

Patologia cocleo vestibolare Nella mia esperienza personale di Libero professionista non più legato ad una struttura Ospedaliera, il numero di pazienti che ho visitato con patologia acuta uditiva o vestibolare, o associata audiovestibolare, è stato significativamente maggiore nel periodo pandemico.

Vanno tenute presenti alcune considerazioni:
a) nel periodo del lockdown, quando potevano essere effettuate solo prestazioni urgenti e gli Ambulatori ospedalieri erano chiusi, per tali patologie acute ed invalidanti più pazienti si sono rivolti agli ambulatori privati;
b) l’accesso alle strutture Ospedaliere è rimasto ed è tutt’ora ridotto, sia per scelta dei pazienti di evitare luoghi affollati, sia per le difficoltà logistiche ed organizzative che hanno risentito della riduzione o spostamento del personale sanitario.

Un altro dato è il collegamento frequente riscontrato in questo periodo con l’infezione da COVID-19.

La maggior parte delle sindromi audio-vestibolari che si sono rivolte al mio studio erano insorte durante il periodo di positività al SARSCoV2 o nel mese successivo.

Nella gran parte dei casi la terapia ha portato al recupero della funzione sia uditiva che vestibolare, in tempi più rapidi rispetto ad altri periodi.

 

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Ipoacusia neurosensoriale improvvisa e gravidanza

Ipoacusia Improvvisa e infezione da Herpes Zoster

Studio della funzione vestibolare nella sordità improvvisa

Eparina e recupero uditivo nelle sordità improvvise

Sordità improvvisa: Ossigenoterapia Iperbarica

Volare subito dopo una sordità improvvisa

Sordità Improvvisa e sindrome metabolica

Sordità improvvisa prima e dopo il parto

Deficienza di Vitamina D e Ipoacusia Improvvisa

Eparina e recupero uditivo nelle sordità improvvise

Ipoacusia e le 4 D

Ipoacusia. Non ci sento bene: cosa devo fare?

Ipoacusia: gli Esami di Secondo Livello

Perdita di udito sensorineurale improvvisa e fattori predittivi di recupero

Ipoacusia Improvvisa: Emergenza Otorinolaringoiatrica

Articoli Correlati

Prof. Maurizio G. Vigili

OTORINOLARINGOIATRIA

Clicca qui per visitare il mio profilo

Prenotazione Rapida

Hai la necessita di prenotare velocemente una visita con il prof. Maurizio Giovanni Vigili

Articoli Correlati