Vitamina D3 e pazienti ospedalizzati per COVID-19

Vitamina-D3

Vitamina D3: dubbi sulla utilità della sommnistrazione ai pazienti ospedalizzati per COVID-19 moderato-severo. L’attività biologica della vitamina D e dei suoi metaboliti include, potenti effetti antimicrobici ed antinfiammatori.

In modelli animali la somministrazione dei metaboliti della vitamina D si è dimostrata efficace nell’attenuare anche affezioni polmonari acute.

Dati osservazionali da una coorte di pazienti hanno inoltre dimostrato che bassi livelli ematici dei metaboliti della vitamina D sono associati a prognosi peggiore in molte malattie acute, compresa la infezione da COVID-19 .

In aggiunta ai già citati effetti antimicrobici ed antinfiammatori i metaboliti della vitamina D hanno anche azione diretta su angiotensin-converting enzyme 2 (ACE2), che agisce come recettore di superficie che permette l’ingresso del coronavirus nella sindrome da SARS-CoV-2..

Un recente lavoro brasiliano pubblicato su JAMA, da Murai et al. ha esaminato l’effetto terapeutico della somministrazione di vitamina D in 240 pazienti ospedalizzati per forme moderato-severe di COVID-19.

I pazienti sono stati randomizzati in due gruppi: in uno veniva somministrata una singola dose di vitamina D3 (200 000 IU) nell’altro un placebo.

Nonostante le premesse teoriche non si è riscontrata una differenza significativa fra i due gruppi riguardo alla durata della ospedalizzazione, alla ammissione in Unità di Terapia Intensiva e/o alla necessità di ventilazione assistita.

In conclusione a differenza dei risultati di trial clinici sulla somministrazione di vitamina D in pazienti ospedalizzati con infezioni respiratorie e malattie critiche, i risultati dello studio di Murai e coll. non supporta una somministrazione routinaria di vitamina D in pazienti ospedalizzati con COVID-19 moderato-severo

 

BIBLIOGRAFIA
Igor H. Murai, Alan L. Fernandes, Lucas P. Sales, Ana J. Pinto, Karla F. Goessler, Camila S. C. Duran, Carla B. R. Silva, André S. Franco, Marina B. Macedo, Henrique H. H. Dalmolin, Janaina Baggio,  Guilherme G. M. Balbi, Bruna Z. Reis, Leila Antonangelo, M.Valeria F. Caparbo, Bruno Gualano, Rosa M. R. Pereira.  Effect of a single high dose of Vitamin D3 in patients with moderate to severe COVID-19 JAMA. 2021;325(11):1047-1048. doi:10.1001/jama.2020.26850

Per ulteriori informazioni, si possono consultare i seguenti link:

Vitamina D difesa naturale contro Covid-19