Tumori delle ghiandole salivari e linfonodi

tumori delle ghiandole salivari

Tumori delle ghiandole salivari: numero e positivita’ dei linfonodi asportati parametri indicativi di prognosi peggiore. L’incidenza dei Tumori maligni delle ghiandole salivari è relativamente poco comune, rappresentando dal 3% al 5% dei tumori cervico facciali, con una prognosi progressivamente peggiore a seconda della sede, parotide, sottomandibolare e ghiandole salivari minori rispettivamente.

tumori delle ghiandole salivari
Parotidectomia  superficiale con conservazione del n (nervo facciale e svuotamento latero cervicale (Foto MG Vigili)

Finora il trattamento standard prevede l’asportazione chirurgica ed eventuale radioterapia complementare, ma il tasso di recidive rimane elevato.

Al fine di individuare dei marker clinico – istologici prognostici un recente studio multicentrico pubblicato si Head & Neck ha indagato il valore prognostico dei linfonodi esaminati  (ELNs) nei pazienti sottoposti a svuotamento latero cervicale contestuale al trattamento di T.

Sono stati analizzati retrospettivamente i dati di 5446 pazienti (età media 57.03) con diagnosi di Tumore maligno delle Ghiandole salivari, ricavati dal National Cancer Institute’s Surveillance, Epidemiology and End Results cancer registry database USA dal 1988 al 2011.

Le neoplasie sono state classificate in quattro gradi, da ben differenziate (grado I) a indifferenziate (grado IV).

I parametri esaminati sono stati il numero di linfonodi esaminati (ELNs); Linfonodi positivi (PLNs); Linfonodi negativi (NLNs )  Linphnode-Ratio (LNR (= PLNs/ELNsx100).

Nella maggior parte si trattava di tumori parotidei (84.615%) per il 37,4 % di grado III o IV.

Dai risultati emerge come una prognosi statisticamente peggiore si aveva per un numero di linfonodi asportati > 18, per un numero di linfonodi positivi > 4 e per un valore di LNR > 33.33%.

I dati dello studio confermavano anche che la prognosi era peggiore nei maschi, celibi, di età superiore ai 50 anni, di razza bianca, nei tumori della sottomandibolare, nei gradi III e IV, nei pazienti con almeno 1 linfonodo positivo e nei pazienti non sottoposti a chirurgia, ma trattati con chemio e/o radioterapia.

 

BIBLIOGRAFIA
Khaled Mosaad Elhusseiny, Fatma AbdElshahed AbdElhay, Mohamed Gomaa Kamel Nguyen Tien Huy et al . Examined and positive lymph nodes counts and lymph nodes ratio are associated with survival in major salivary gland cancer Head&Neck, 2019 41:2625-2635

 

Questo lavoro interessante non risponde al quesito di quando sia opportuno effettuare la svuotamento profilattico dei linfonodi del collo. Rimane il consiglio di studiare bene il collo prima di pianificare l’intervento, soprattutto in funzione dell’istotipo tumorale e dei fattori prognostici negativi anche qui riscontrati.

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Carcinoma Adenoideo Cistico delle Ghiandole Salivari

Tumori delle ghiandole salivari

Tumori delle ghiandole salivari: confronto agoaspirato e agobiopsia

Tumori maligni delle salivari: nuovi biomarker per diagnosticarli

Ghiandole Salivari: il Tumore di Warthin

Importanza della Diagnostica Citologica Agoaspirativa nella patologia delle Ghiandole Salivari

The Milan System for Reporting Salivary Gland Cytopathology

Adenoma Pleomorfo: tumore parotideo frequente e particolare

Parotidectomia totale con tecnica MI FUSION ®

L’uso dei Presidi Optici nella chirurgia della Parotide

Anatomia Chirurgica della Ghiandola Parotide (III): l‘isolamento del Nervo Facciale

Anatomia Chirurgica della Parotide (II Parte): la ricerca del Nervo Facciale

Anatomia Chirurgica della Parotide e del Nervo Facciale (parte I)

Parotidectomia Sovraneurale per Adenoma Pleomorfo della Parotide

Parotidectomia e svuotamento Latero Cervicale per CA Cutaneo Infiltrante la Ghiandola con Starion Welding System

Adenoma Pleomorfo dello Spazio Parafaringeo: approccio chirurgico cervicotomico trasparotideo

La Sindrome di Frey

Metastasi Intraparotidee da Carcinoma Squamoso della Cute