Tremore vocale essenziale: frequenze ristrette

tremore-vocale

Tremore vocale essenziale : coinvolte frequenze ristrette. Il tremore vocale essenziale (EVT) è un disturbo neurogeno della voce caratterizzato da periodiche fluttuazioni nel tono e nel volume, derivanti da involontarie oscillazioni ritmiche nell’apparato fonatorio che ne impediscono l’intelligibilità.

Può far parte di un disordine neurologico generalizzato caratterizzato da tremore in diverse parti del corpo, ma spesso si presenta come sintomo isolato.

In questo caso è necessario venga differenziato da altri disturbi neurologici della voce, come la disfonia spasmodica (SD).

E’ altresì importante che i pazienti con disordine neurologico della voce siano valutati da un otorinolaringoiatra oltre che dal neurologo per meglio definirne diagnosi e possibile trattamento.

Uno studio osservazionale effettuato alla Duke University di Durham -North Carolina (US) su 160 pazienti ha evidenziato come la frequenza del tremore vocale essenziale sia ridotta ad una banda di frequenze che ricade fra i 3,8 ed i 5,5 Hz.

Questo dato potrebbe aiutare ad effettuare la diagnosi differenziale con altre patologie neurologiche.

Nello studio è stata misurata la frequenza di queste oscillazioni utilizzando un metodo percettivo, il rilievo computerizzato dei picchi e l’elettromiografia laringea che in circa due terzi dei pazienti affetti da TE non presentava tracce elettromiografiche valutabili.

EVT si può verificare quando una delle strutture che compongono il sistema della fonazione ne venga colpita.

Può essere pertanto causato da tremore nel palato molle, nella lingua, nel faringe od anche nei muscoli respiratori.

Il tremore può essere anche extralaringeo e questo si verifica in circa il 90% dei pazienti con diagnosi EVT.

L’età più colpita sembra essere intorno ai 70 anni, mentre la SD si manifesta, senza che se conosca il motivo, fra fra i 40 e i 50 anni e più frequentemente nel sesso femminile.

Il tremore a volte può essere così severo da impedire l’emissione della voce stessa.

Si manifesta esclusivamente nel parlare, mentre le funzioni vegetative della laringe (tossire, ridere, sussurrare e spesso anche cantare) non vengono compromesse.

Dal punto di vista della terapia i farmaci che spesso vengono utilizzati con successo nel ridurre il tremore generalizzato od il tremore delle estremità non risultano efficaci sul tremore della voce.

La terapia logopedica ha un ruolo limitato nel EVT Comunemente il trattamento più efficace, come paraltro anche nella SD sembra essere l’iniezione di microunità di tossina botulinica nelle corde vocali od in altri muscoli della laringe.

La contrazione muscolare viene temporaneamente inibita e le corde vocali indebolite, riducendosi sia lo spasmo che il tremore e permettendo in tal modo una comunicazione più efficace.

La durata dell’effetto è generalmente limitata a 3-5 mesi.

Bibliografia
Christen Paige; Bridget L. Hopewell,; Vahram Gamsarian; Brett Myers, Priyesh Patel, ;C. Gaelyn Garrett, David O. Francis, Characterizing the Normative Voice Tremor Frequency in Essential Vocal Tremor JAMA Otolaryngol Head Neck Surg. 2018;144(12):1169-1173. doi:10.1001/jamaoto.2018.2566

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Tremore della voce: efficace la tossina botulinica

Le patologie della Voce

L’iniezione intracordale di Acido Ialuronico

Hai problemi alle corde vocali?

La Disfonia: Quando allarmarsi?

Esercizio aerobico, fumo di sigaretta e corde vocali