+39 06 80 95 83 42Casa di cura "Quisisana"

Sindrome della bocca urente

(burning mouth syndrome)

Sindrome della bocca urente (burning mouth syndrome). Con il termine di “Burning mouth syndrome” o sindrome della bocca che brucia (BMS), si definisce una patologia relativamente frequente di natura idiopatica, caratterizzata da dolore bruciante alla lingua e al cavo orale in assenza di lesioni mucose apprezzabili. (altro…)

Leggi tutto >

Xerostomia: sintomo non malattia

xerostomia

Xerostomia: sintomo non malattia. Nella pratica clinica è molto frequente riscontrare pazienti che lamentano una secchezza delle mucose del cavo orale (xerostomia), che non rappresenta un’entità specifica, ma può essere un segno clinico di numerosi fattori, sia locali che sistemici. (altro…)

Leggi tutto >

Fonochirurgia: Vantaggi del Laser Co2

Fonochirurgia edema reike

Fonochirurgia: Vantaggi del Laser Co2. Nella fonochirurgia e nel trattamento delle lesioni benigne della laringe, il Laser CO2, per quanto non indispensabile, è tuttavia in grado di aumentare le possibilità di personalizzare il trattamento, consentendo piccoli ma decisivi raffinamenti della tecnica chirurgica non possibili con l’uso di strumentazione fredda. (altro…)

Leggi tutto >

Turbinati inferiori: Laser vs Radiofrequenza

turbinati

Turbinati inferiori: Terapia microchirurgica dei turbinati inferiori: Laser vs Radiofrequenza. Il trattamento della ipertrofia dei Turbinati inferiori deve essere volto a ridurne il volume per migliorare l’ostruzione respiratoria nasale, ma deve contestualmente rispettare le funzioni di filtro, umidificazione, riscaldamento dell’aria e la funzione difensiva che i turbinati esercitano. (altro…)

Leggi tutto >

L’esame istopatologico della rinosinusite cronica

esame istopatologico

L’esame istopatologico della rinosinusite cronica impatta sulla qualità di vita. Uno studio condotto allo scopo di investigare l’impatto dei parametri istopatologici sulla qualità della vita nei pazienti con rinosinusite cronica sottoposti a chirurgia endoscopica rinosinusale, ha confermato che la rinosinusite cronica eosinofila è risultata caratterizzata da punteggi sia pre-operatori che post-operatori significativamente peggiori nella scala SNOT-22 rispetto ai soggetti la cui patologia era di tipo non eosinofilo. (altro…)

Leggi tutto >