+39 06 80 95 83 91/319/342Casa di cura "Quisisana"

Pazienti OSA: chirurgia meglio della cPAP

Pazienti OSA

Pazienti OSA: chirurgia meglio della cPAP nel ridurre il rischio di gravi patologie associate nei pazienti OSA. Nei soggetti affetti da Apnee Ostruttive (OSA)  l’efficacia del trattamento chirurgico disostruttivo sui tessuti molli è variabile se giudicato esclusivamente sulla base della diminuzione dell’indice Apnea Ipopnea (AHI). (altro…)

Leggi tutto >

Apnee ostruttive del sonno e nervo ipoglosso

OSAS e stimolazione del nervo ipoglosso

Apnee ostruttive del sonno: con stimolazione del nervo ipoglosso, migliorano insonnia e depressione associate. I pazienti con apnee ostruttive del sonno (OSA) trattati con stimolazione del nervo ipoglosso (HNS), hanno un miglioramento della qualità di vita, insonnia, sonnolenza e sintomi depressivi, migliori rispetto ai pazienti trattati con  cPAP. (altro…)

Leggi tutto >

OSA: la chirurgia riduce rischi di complicanze sistemiche

OSA prof.

OSA: la chirurgia riduce i rischi di complicanze sistemiche. L’efficacia del trattamento chirurgico delle Apnee Ostruttive non deve tenere conto soltanto dell’indice di Apnea ipopnea (AHI), dove i risultati sono variabili, ma del miglioramento clinicamente rilevante delle sequele cardiovascolari, endocrine e neurologiche dell’OSA. (altro…)

Leggi tutto >