Sperone Settale: Settoplastica Endoscopica

Sperone settale

Sperone Settale: Settoplastica EndoscopicaQuando la stenosi nasale è dovuta ad uno sperone osteocartilagineo, è preferibile effettuare un intervento minivasivo per via endoscopica piuttosto che la settoplastica tradizionale.

 

Il video mostra la procedura chirurgica attuata come tempo preliminare all’accesso endoscopico ai seni paranasali.

Con ottica 0° si evidenzia lo sperone settale. Si infiltra con miscela di Adrenalina e Naropina 1:200.000 nella sottomucosa del setto in corrispondenza della deviazione.

Con bisturi freddo si esegue incisione in corrispondenza dell’apice dello sperone. Si scolla nel piano sotto-pericondrale la mucosa in modo da esporre la porzione cartilaginea da asportare.

Con lo scollatore di Free si incide lo sperone cartilagineo e si scolla nel piano sottopericondrale controlaterale, mantenendo integra la mucosa settale .

Si asporta con pinza di Blakesly la cartilagine mobilizzata.

La piccola porzione ossea vomeriana dello sperone, più distale, una volta scollata viene asportata con pinza tagliente di Grunwald.

La mucosa viene poi ribaltata a coprire la parte asportata.

Il tamponamento viene eseguito generalmente con garza grassa da mantenere per 24 ore.

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Settoplastica: cosa c’è da sapere sull’intervento