Sopravvivere al cancro: arrivano le istruzioni di Esmo e Ecpc

Richard and Annette Bloch : Cancer Survivors plaza. A tribute to life , Dallas TX-US

E’ stata presentata a settembre a Madrid, durante il congresso dell’Associazione Europea di Oncologia medica (Esmo), la prima guida europea per i sopravvissuti ad un tumore “Survivorship”.

Realizzato a quattro mani dagli esperti dell’Esmo e dalla  European Cancer Patient Coalition (ECPC), in collaborazione con la Psycho-Oncology Society (Ipos), il documento, mira a diventare una sorta di ‘passaporto’ per i pazienti che hanno superato un tumore, per condividere informazioni sul loro stato di salute tra specialista oncologo e medico di famiglia.

Superare la malattia è solo il primo passo. Ma guarire è un’altra storia. Guarire significa riconquistare tutta una serie di ambiti di vita, dal lavoro, alla vita sessuale, al sogno di avere un figlio, messi tra parentesi dalla malattia. Conoscere e imparare a gestire gli effetti collaterali , ritrovare serenità ed equilibrio anche in famiglia, condividere pensieri e preoccupazioni con il medico ma anche con altri ‘sopravvissuti’, fare prevenzione, sono alcuni dei punti toccati con linguaggio chiaro ed esauriente dalla guida.
Oltre alle istruzioni per l’uso, dirette al paziente, “Survivoship” contiene anche un piano di sorveglianza che viene scritto dal medico oncologo o dalla nurse, nel momento in cui il paziente termina la fase acuta del trattamento “E’ un grande successo – commenta Francesco De Lorenzo, presidente della European Cancer Patient Coalition (ECPC ) –  per la cura delle persone che sono libere da malattia, o sono del tutto guarite o sono in uno stadio di ‘cronicizzazione’ del tumore.  Ed è un modo per evitare che, ancora oggi, si consideri la guarigione del cancro come un miracolo di cui essere soddisfatti, senza tornare ad una condizione ottimale, come prima del tumore”.

Le Associazioni dei pazienti partecipano alle iniziative prese a livello europeo attraverso la EU Joint Action Cancer Control e prendono parte alla definizione delle raccomandazioni. Ma sono anche una grande risorsa per far sì che le raccomandazioni passino dal tavolo della politica al letto del paziente.

modificato da Quotidiano Sanità (sett.2017)