Ricostruzione esofagea con doppio lembo pettorale

ricostruzione esofagea

Ricostruzione esofagea con doppio lembo pettorale. L’utilizzo del Lembo miocutaneo di gran pettorale è una delle opzioni possibili nella ricostruzione dell’esofago cervicale coinvolto dalla infiltrazione neoplastica dei tumori ipofaringo laringei.

Qui viene utilizzato per ricostruire la porzione antero laterale dopo asportazione totale della laringe in monoblocco con lo svuotamento latero cervicale bilaterale.

Altro utilizzo frequente è nella ricostruzione della perdita di sostanza cutanea dopo recidiva peristomale.

Il caso presentato nel video riguarda una recidiva massiva cervicale estesa dalla cute peristomale alla parete posteriore dell’esofago cervicale in paziente già sottoposto a Laringectomia Totale e successiva radioterapia complementare.

La TC evidenzia l’infiltrazione dei tessuti molli fino al di sopra dello sterno senza coinvolgimento delle carotidi.

La demolizione avveniva in monoblocco e comportava la resezione completa del neoipofaringe ed esofago cervicale.

Il primo tempo ricostruttivo riguardava la ricostruzione del tubo esofageo. Viene allestito un ampio lembo miocutaneo pettorale sinistro isolando il peduncolo primario costituito da arteria e vena toraco acromiale.

Con il bisturi armonico ( Harmonic Focus (R) – Johnson & Johnson) viene incisa la componente muscolare per assottigliare il tessuto intorno al peduncolo aumentando la mobilizzazione del lembo.

Il lembo viene tunnellizzato e portato in sede cervicale dove viene tubulizzato con la parte cutanea all’interno a ricostruire l’esofago, suturando gli estremi del neotubo alla mucosa ipofaringea ed esofagea toracica residue.

Per mantenere calibrato il neo esofago ed evitare l’insorgenza di fistole salivari precoci,  viene inserito provvisoriamente un tubo esofageo di Montgomery (R) (Boston Medical) sul quale viene tubulizzato il lembo.

Ricostruito l’esofago, la chiusura della ampia perdita di sostanza cutanea cervicale anteriore viene affidata ad un lembo miocutaneo pettorale centrato sul peduncolo accessorio della mammaria interna, per poter utilizzare il lembo con la cute all’esterno senza dover ruotare e torcere il peduncolo.

Il lembo viene parzialmente disepitelizzato per poter essere tunnellizzato sotto la cute ed arrivare nel collo.

La ricostruzione viene completata con la copertura cutanea e il riconfezionamento del tracheostoma.

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Ipofaringolaringectomia ed Esofagogectomia Cervicale: Ricostruzione con trasposizione di ansa digiunale prelevata per via Laparoscopica

Sostituti Dermici e Ricostruzione Cervico Facciale