Otosclerosi e volume piastrinico

otosclerosi

Otosclerosi e volume piastrinico. Esiste una correlazione fra l’otosclerosi ed alcuni marcatori dell’infiammazione?

L’otosclerosi è infatti una patologia infiammatoria idiopatica, caratterizzata da un rimodellamento osseo a livello della capsula otica in grado di causare il blocco della catena ossiculare ed una progressiva perdita uditiva.

otosclerosi

Uno studio pubblicato su Brazilian journal of otorhinolaryngology, ha valutato in 30 pazienti otosclerotici e 30 soggetti sani di controllo (con analoghe caratteristiche per sesso, età, BMI) la conta leucocitaria e trombocitaria, il volume piastrinico medio, il rapporto neutrofili/linfociti e quello piastrine/linfociti.

E’ stata riscontrata una differenza statisticamente significativa unicamente in termini di volume piastrinico medio, che è risultato inferiore nei pazienti otosclerotici.

Se il dato verrà confermato in altri studi questo marker potrebbe costituire in questo senso un marcatore predittivo negativo dell’otosclerosi.

Bibliografia
Cengiz Arli Ihsan Gulmez ŞemsettinOkuyucud. : Assessment of inflammatory markers in otosclerosis patients, Brazilian journal of otorhinolaryngology, MARCH 2019 ,DOI 0.1016/j.bjorl.2018.12.014

Per ulteriori approfondimenti sull’otosclerosi, si possono consultare i seguenti link:

Ipoacusia. Non ci sento bene: cosa devo fare?

Ipoacusia: gli Esami di Secondo Livello

Perdita uditiva e modificazioni nel cervello

Dieta sana diminuisce il rischio di sordità nelle donne

Acido Folico: i folati aiutano ad avere un udito migliore

Difficoltà uditive per gli anziani in ambulatorio

Giochi al computer aiutano a migliorare l’Udito negli over 70

Danni uditivi: l’ascolto di musica ad alto volume non comporta danni