Il Laser Co2 nelle lesioni del Cavo Orale

Tumore

Il video mostra l’utilizzo del Laser Co2 in alcune lesioni del cavo orale e dell’orofaringe.

  • Angioma della Lingua: E’ la modalità ideale di asportazione. L’intervento può essere eseguito in anestesia locale, anche ambulatorialmente. La procedura è rapida, in campo esangue, con guarigione senza reliquati in tempi brevi.
  • Angioma della base lingua: per la sede di lesione l’intervento viene effettuato in anestesia generale, con esposizione in microlaringoscopia. Analogamente al primo caso l’asportazione è esangue e veloce
  • Cisti della vallecola glosso-epiglottica: L’esposizione è quella della microlaringoscopia. La possibilità di resecare e coagulare contemporaneamente i piccoli vasi consente di asportare la cisti integralmente senza romperla. In questo casi il tempo chirurgico è maggiore per l’estensione della lesione e la maggiore fifficoltà di esposizione. Al termine al campo chirurgico appare esangue.
  • Carcinoma T1 del palato: La lesione viene prima delimitata mantenendosi ad almeno 1.5 cm dai bordi macroscopici. L’escissione viene condotta profondamente fino al piano del periostio in modo radicale. I piani sono ben visibili e non vi è carbonizzazione tale da poter ostacolare l’esame istologico. Il campo di escissione è assolutamente esangue.

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare i seguenti link:

L’uso del Laser CO2 nella chirurgia del cavo orale

Il Laser CO2 nella prevenzione dei tumori della bocca

Il trattamento dei Tumori Linguali di piccole dimensioni