Eparina e recupero uditivo nelle sordità improvvise

Eparina

L’aggiunta di Eparina aumenta le possibilità di recupero uditivo nelle gravi sordità improvvise idiopatiche.

Associare alla terapia corticosteroidea sistemica l’uso di Eparina non frazionata, aumenta le possibilità di recupero uditivo dopo grave sordità improvvisa neurosensoriale idiopatica.

Sono le conclusioni di uno studio coreano retrospettivo su 87 pazienti con sordità profonda (≥90 dB) trattati fra il 2010 ed il 2018 presso la Gachon University Gil Medical Center, Incheon, Korea.

67 erano stati sottoposti ad iniezione intratimpanica di cortisone e 21 con terapia eparinica adiuvante.

Tra i pazienti del gruppo Eparina 42.8% avevano recuperato un udito socialmente valido rispetto al 19.7% dei pazienti con iniezione intratimpanica di cortisone.

Il recupero risultava particolarmente significativo nei casi con sordità pretrattamento fra 90 e 100 dB, mentre per deficit superiori a 100 dB la percentuale di recupero risultava sovrapponibile nei due gruppi (8.1% crtisone e 9.1% eparina ).

Non vengono riportate peraltro serie complicazioni dall’uso dell’eparina.

BIBIOGRAFIA
Kim J, Jeong J, Ha R., Sunwoo W. Heparin therapy as adjuvant treatment for profound idiopathic sudden sensorineural hearing loss.Laryngoscope. 2019 Aug 9. doi: 10.1002/lary.28231.

 

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare i seguenti link:

Iniezione intratimpanica di Cortisone

Udito: un’iniezione “di geni” può ripristinarlo

Cellule della coclea: un nuovo metodo per ripararle

Perdita di udito e rischio di nuovi ricoveri ospedalieri

Perdita uditiva e modificazioni nel cervello

Acido Folico: i folati aiutano ad avere un udito migliore

Ipoacusia e le 4 D

Ipoacusia. Non ci sento bene: cosa devo fare?

Ipoacusia: gli Esami di Secondo Livello

Perdita di udito sensorineurale improvvisa e fattori predittivi di recupero

Ipoacusia Improvvisa: Emergenza Otorinolaringoiatrica

Otosclerosi e volume piastrinico

Ipoacusia: l’alcool peggiora l’udito nei concerti rock

Trattamento Sindrome di Menière

Danni uditivi: l’ascolto di musica ad alto volume non comporta danni