C’è una Tiroide che non funziona dietro tanti disturbi e malesseri

Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha presentato i risultati di un sondaggio internazionale, commissionato dall’Azienda in collaborazione con la Thyroid Federation International (Tfi),

che rivela come molte donne associno sintomi quali il cambiamento di peso, l’irritabilità, l’ansia, l’insonnia e l’eccessiva stanchezza principalmente al loro stile di vita frenetico, alla difficoltà di dormire ed allo stato di ansia e/o depressione, non rendendosi conto che un disturbo della tiroide potrebbe essere la vera causa.

I disturbi della tiroide interessano circa 200 milioni di persone in tutto il mondo; sono 10 volte più comuni nelle donne che nel 17% dei casi all’età di 60 anni risultano affette da ipotiroidismo. Se gli squilibri dell’ormone tiroideo non sono diagnosticati e trattati, possono avere un effetto gravemente dannoso sulla salute e sul benessere di una persona.

Ashok Bhaseen, presidente della Tfi, ha dichiarato: “I risultati dell’indagine evidenziano che milioni di persone vivono la loro esistenza senza che sia loro diagnosticato o trattato un disturbo della tiroide, con conseguente scarsa qualità della vita.
L’indagine ha sottolineato anche perché’ può essere molto difficile individuare un disturbo della tiroide. I sintomi come sensazione di incapacità di concentrazione (29,6%), difficoltà a rimanere incinta (30%), intestino pigro e costipazione (29%) non sono stati comunemente associati ai disturbi della tiroide dalle intervistate. Una caratteristica dei disturbi della tiroide che li rende difficili da individuare è che gli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea aiutano a regolare molte funzioni diverse nel corpo e che pertanto i disturbi possono essere diversi ed aspecifici.

I sintomi più importanti della carenza di ormone tiroideo (ipotiroidismo) sono la stitichezza, la mancanza di motivazione, la mancanza di concentrazione, la depressione o l’aumento di peso. I sintomi dell’eccesso di ormone tiroideo (ipertiroidismo) includono la perdita di peso e l’irritabilità.

Ipotiroidismo e ipertiroidismo possono entrambi portare anche ad ansia, disturbi mestruali e difficoltà a dormire.

 

Da DIRE – Notiziario settimanale Sanità (modificato)