Apnea Notturna: Valore della Polisomnografia

E’ indispensabile avere un esame che consenta di distinguere soggetti russatori semplici da soggetti affetti da OSAS (Apnee ostruttive del sonno) e tra questi di stratificare la severità della malattia.

Pur essendo la polisomnografia in laboratorio ritenuto l’esame gold standard per la valutazione completa del paziente con sospetta sindrome delle apnee notturne, la sua complessità (stanza da letto munita di telecamera con obiettivo a raggio infrarossi, microfono, sistema audiovisivo etc) ed i costi elevati, hanno indotto la ricerca tecnologica a sviluppare apparecchiature miniaturizzate per la registrazione del sonno di tipo domiciliare da poter utilizzare come screening.

Uomo dorme      Uomo dorme blog

I principali parametri valutativi dell’esame che devono essere conosciuti sia dal medico che dal paziente sono :

RDI (Respiratory Disturbance Index) : esprime il grado complessivo del disturbo del sonno e rappresenta la somma del numero di apnee-ipopnee e RERA ( Respiratory Effort Related Arousal, cioè una sequenza progressiva di atti respiratori con sforzo ostruttivo crescente) per ora di sonno.

AHI (Apnea-Ipopnea Index): esprime il numero di eventi di ipopnea ( riduzione del flusso respiratorio compreso fra 30% e 70% del basale di durata >/= 10 sec) ed apnea ( riduzione del flusso respiratorio >70% per più di 10 sec.) per ora di sonno.

ODI (Oxygen Desaturation Index) : esprime il numero di eventi di desaturazione (>4% del basale ) verificatesi per ora di sonno

 

Valori della saturazione di O2 ( Media-Minima-Massima)

Tempo trascorso con sat <90% : è di fatto considerato l’indicatore più valido del grado di compromissione della ossigenazione notturna.

Basandosi sul parametro AHI, per convenzione la Apnee sono definite:

lievi quando AHI sia compreso fra 10-20 ;

moderate fra 20-30;

severe > di 30.

 

Il dispositivo WatchPAT è il più innovativo test del sonno oggi sul mercato. Il suo uso è molto semplice e rapido. Viene indossato dal paziente al polso come un orologio al momento di dormire a casa nel proprio letto. Il biosensore viene montato sul dito indice e un secondo sensore che registra il livello del russamento correlandolo con le posizioni del corpo durante il sonno viene fissato con un cerotto biadesivo al giugulo.

Dispositivo  Mano WatchPAT blog WatchPAT-copia

Watch PAT ha ottenuto la certificazione FDA per l’identificazione delle fasi di sonno profondo, leggero e REM; consente la diagnosi di apnea in fase REM, identifica la qualità del sonno e gli effetti dei disordini associati all’apnea notturna.

Ai fini dello Studio il dispositivo considera il periodo di sonno effettivo, non quello totale della registrazione; ciò incrementa l’accuratezza degli indici di severità respiratoria e i valori di sensibilità e specificità del test, che si sono dimostrati assolutamente sovrapponibili per AHI ed RDI a quelli dei test eseguiti in laboratorio.

WatchPAT misura 6 canali

  • PAT (tonometria arteriosa periferica)
  • Ossimetria
  • Actigrafia
  • Battito cardiaco
  • Posizione del corpo
  • Russamento

L’ aspetto più innovativo di WatchPAT è il segnale respiratorio PAT. Il PAT è un segnale fisiologico che misura le modifiche del tono arterioso sulla punta del dito indotte dal sistema nervoso autonomo per i disturbi respiratori durante il sonno.

Le attenuazioni del segnale PAT sono state validate clinicamente come parametri identificativi degli eventi di risveglio respiratori, sia associati ad apnea e ipopnea, o a episodi di aumentata resistenza delle vie aeree superiori. Quando si verifica contemporaneamente l’attenuazione del segnale PAT e l’aumento delle pulsazioni unitamente ad un valore di desaturazione di ossigeno > del 4 % l’evento viene inserito nell’ AHI (indice apnea/ipopnea).

Il report generato dall’analisi dei dati raccolti nella registrazione del sonno è approfondito ed ottenuto in pochi minuti ed inviato al paziente per e mail.

Sleep Study Report

 

Sleep Study Report 2

Sulla base della polisomnografia vengono prese poi le decisioni strategiche sul trattamento dell’OSAS.