Allergie, addio prick test

allergie

Allergie, addio prick test. Uno speciale microchip individua gli allergeni in una goccia di sangue. Stop alla fastidiosa sequenza di “punture” sul braccio dei tradizionali prick test.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna coordinato dal professor Luca Gentilucci è al lavoro per far nascere una nuova generazione di test allergologici non invasivi per bambini: basterà una goccia di sangue per capire in pochi minuti se i piccoli pazienti soffrono di qualche forma allergica.

 

Il progetto – chiamato IntegrAL – si basa sulla messa a punto di microchip ‘arricchiti’ da particolari nanoparticelle in grado di rilevare la presenza e la tipologia di eventuali allergie a partire dal comportamento delle cellule ematiche.

La nuova tipologia di test su cui stanno lavorando i ricercatori bolognesi sfrutta in chiave tecnologica il fenomeno infiammatorio persistente nel sangue e nelle mucose respiratorie causato dal contatto fra l’allergene ed il nostro sistema immunitario.

Grazie a speciali microchip su cui vengono inserite particolari molecole che riconoscono le “integrine”, cioè le proteine che determinano la capacità delle cellule del sistema immunitario di aderire o meno a diversi tessuti sarà possibile identificare in base alla diversa adesione mostrata, pattern diversi di cellule a seconda delle diverse forme allergiche.

Interpretando questi pattern sarà possibile valutare l’andamento della malattia.

Obiettivo del progetto IntegrAL è dar vita ad una nuova generazione di test allergologici rapidi, efficienti, economici e non invasivi a disposizione di qualsiasi laboratorio di analisi clinica o ambulatorio, ma anche in strutture ospedaliere e farmacie.

Per attivarli basterà una goccia di sangue e grazie al loro particolare funzionamento permetteranno una personalizzazione della terapia allergica basata sulla reale presenza di infiammazione anche non clinicamente rilevante.

Fonte: INSALUTE News nov 2018

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

Allergie: colpito 1 italiano su 4

Disturbi del sonno REM e allergie

Allergie e shock anafilattico nei bambini: cosa fare

Ipertrofia Adenoidea nei bambini con Rinite Allergica